lunedì 9 luglio 2012

Il 9 luglio

il giorno del giudizio del Web?

L’allerta riguarda i pc infettati dal virus "Dns Changer", fino ad ora collegati al web grazie ad un server temporaneo messo a disposizione dall’Fbi.

Questo server“pulito” però viene spento definitivamente proprio lunedì 9 luglio.

Ed è a questo punto che rischiano di nascere i problemi.

In novembre il Federal Bureau ha annunciato l'arresto dei sette hacker ritenuti responsabili della creazione di questo malware.

I criminali sono stati pizzicati in Russia e poi estradati negli Usa grazie all’operazione “GhostClick”.

L’Fbi sostiene di aver fatto di tutto per risolvere il problema.

Per fare un check-up del proprio computer, è stato messo a disposizione un sito dal DNSChanger Working Group (www.dcwg.org).

Una volta entrati si clicca sul Paese d’interesse e si aspetta il controllo del computer.

Se risulta infettato, lo stesso portale offre una serie di strumenti per risolvere il problema (backup e scansione antivirus) in modo da scongiurare il blackout di lunedì.

the day of judgment the Web?

The alarm concerns PCs infected by viruses "DNS Changer", until now connected to the web, thanks to a temporary server made ​​available by the FBI.

This server "clean" but is definitely off their Monday, July 9.

It is at this point that the risk of birth problems.

In November, the Federal Bureau announced the arrest of seven hackers held responsible for the creation of this malware.

Criminals have been pinched in Russia and later extradited to the U.S. through the operation "GhostClick".

The FBI claims to have done everything to solve the problem.

To do a check-up of your computer, it was made ​​available from a site DNSChanger Working Group (www.dcwg.org).

Once inside you click on the country of interest and expects the computer control.

If it is infected, the portal offers a range of tools to solve the problem (backup and virus scanning) in order to avoid the blackout on Monday.

source CORRIERE DELLA SERA.it