giovedì 28 marzo 2013

Server olandese lancia l'attacco più potente della storia
Dutch server launches the most powerful attack in history

Il New York Times l'ha definito uno dei più grandi attacchi alla Rete della storia.

Per altri è come una guerra mondiale virtuale.

Mentre i più ottimisti lo paragonano a un'autostrada intasata.

Sia quel che sia, gli esperti di sicurezza informatica ne sono certi: «Se dovesse continuare, l'operazione potrebbe causare problemi per milioni di utenti sui servizi Internet di base, come la posta elettronica o l'online banking».

All'origine di tutto ci sarebbe un vero e proprio braccio di ferro.

Da una parte, la compagnia Spamhaus che ha base a Londra e a Ginevra.

E dall'altra la società olandese di hosting Cyberbunker, che deve il suo nome al proprio quartier generale situato in un ex bunker della Nato.

For others it is like a virtual world war.

While the most optimistic compare him to a highway clogged.

Whatever happens, the computer security experts are certain: "If it continues, this may cause problems for millions of users on basic Internet services, such as email or online banking."

The origin of all there would be a real tussle.

On the one hand, the company that Spamhaus is based in London and Geneva. And on the other the Dutch company hosting Cyberbunker, which owes its name to its headquarters located in a former NATO bunker.

source CORRIERE DELLA SERA.it