btcclicks

BTCClicks.com Banner

martedì 15 novembre 2011

Un utente mobile su due non configura il PIN sul suo smartphone
A mobile user does not configure two of the PIN on your smartphone

Almeno un utente delle piattaforme mobile su due non protegge il proprio smartphone con il blocco del PIN.

Questo riscontro assume una nuova dimensione se si considera che la maggior parte di essi conserva dati aziendali e non solo personali su questi dispositivi.

Perdere un telefono che non aveva il PIN configurato può essere peggio che perdere il portafogli con i documenti.

Le email presenti nel dispositivo hanno da sole il potenziale di rivelare ogni aspetto della vita di una persona, a cominciare dal nome dei suoi familiari, dove vive, quale è la sua banca, etc.

Se oltre a queste informazioni sul dispositivo sono anche presenti email aziendali (e le statistiche confermano pienamente questa constatazione) allora il rischio è quello di esporre documenti e quindi la competitività dell’azienda, i dati sugli stipendi dei dipendenti o molto spesso le password utilizzate per l’accesso ai sistemi.

Secondo un sondaggio di Confident Technologies, oltre il 65% degli utenti detiene dati aziendali sul proprio telefonino.

Di riflesso solo il 10% di questi usa un dispositivo concesso dall’azienda stessa, il che significa che il resto del campione sondato è solitamente fuori da policy, controlli e restrizioni operati dalla compagnia.

Il 44% di essi afferma che bloccare il telefono è troppo problematico o richiede troppo tempo.

Il 30% dichiara addirittura di non essere interessato alle questioni legate alla sicurezza.

Se torniamo indietro di un paio di lustri, bloccare l’accesso al dispositivo con un PIN poteva magari non valere la candela.

Le uniche informazioni che si sarebbero potute ottenere sarebbero stati i contatti della rubrica (in molti casi comunque un’informazione sensibile), lo storico delle chiamate ed alcuni messaggi di testo.

Oggi però la maggior parte degli utenti mobile usa la posta elettronica ed il 77% impiega il dispositivo per accedere ai social network che solitamente da soli contengono abbastanza informazioni personali da rendere il furto dell’identità digitale (e non) assolutamente plausibile.

Questo senza considerare il rischio di frode o truffa, incentivato dal fatto che il 35% degli utenti usa applicazioni bancarie o comunque effettua acquisti online dal proprio smartphone.



At least one user of the mobile platforms of two does not protect your phone with the PIN block.

This finding takes on a new dimension when you consider that most of them preserves not only personal and company data on these devices.

Losing a phone that did not set the PIN can be worse than losing your wallet with documents.

The email on the device themselves have the potential to reveal every aspect of a person's life, starting with the name of his family, where he lives, what's your bank, etc..

If the device information in addition to these there are also business email (and statistics fully confirm this observation) then the risk is to expose documents and thus the competitiveness of the company, the data on salaries of employees or very often used for passwords access to systems.

According to a poll Confident Technologies, more than 65% of users owns business data on your phone.

Reflecting only 10% of these uses a device provided by the company itself, which means that the rest of the sample probed is usually out of policies, controls and restrictions made by the company.

44% say they just block the phone is too difficult or takes too long.

The 30% say they are not even interested in security issues.

If we go back a couple of decades, block access to the device with a PIN could possibly not be worth the candle.

The only information that could be obtained would be the contacts (in many cases, however, sensitive information), call history, and some text messages.

Today, however, the majority of mobile users use e-mail and 77% required by the device to access the social networks themselves usually contain enough information to make personal digital identity theft (or not) entirely plausible.

This without considering the risk of fraud or scam, encouraged by the fact that 35% of users use banking applications or otherwise make purchases online from your smartphone.


Most Consumers Don't Lock Mobile Phone Via PIN

source DUKE ITALIA Tech