giovedì 25 novembre 2010

Richiamo dell’Agenzia delle Entrate

attenzione alle false email
attention to the false email


Attenzione alla mail “Si dispone di un rimborso fiscale!”: con questo avvertimento l’Agenzia delle Entrate ha divulgato una nota in cui mette in guardia i cittadini relativamente a un tentativo di phishing per rubare dati sensibili.
Beware of mail "You have a tax rebate!" With this warning the Internal Revenue Service has published a note in which warns citizens about a phishing attempt to steal sensitive data.

Secondo l’Agenzia, è stata segnalata la circolazione di un’e-mail - con oggetto “Si dispone di un rimborso fiscale!” - apparentemente proveniente dall’indirizzo “Agenzia delle Entrate”, che invita il destinatario a scaricare e compilare un modulo per ottenere un presunto rimborso, richiedendo, tra le altre informazioni, anche i dati della carta di credito.
According to the Agency, has been reported the circulation of an e-mail - with the subject "You have a tax rebate!" - Apparently derived from the address "Inland Revenue", which invites the recipient to download and fill out a form for an alleged reimbursement, requiring, among other information, including credit card information.

La comunicazione è un tentativo di phishing, una truffa informatica architettata per entrare illecitamente in possesso di dati sensibili. L’Agenzia – dopo aver precisato la propria estraneità a questa comunicazione, e aver ricordato ai contribuenti che sul sito www.agenziaentrate.gov.it, nella sezione Home – Cosa devi fare – Richiedere – Rimborsi, si possono consultare le corrette modalità per ricevere un rimborso fiscale con l’accredito su conto corrente - invita chiunque dovesse ricevere questo messaggio di posta elettronica a eliminarlo al più presto e a non aprire il suo allegato, in quanto potenzialmente pericoloso.
Communication is a phishing scam, a fraud concocted computer to enter illegally in possession of sensitive data. The Agency - after stating that it had not in this community and have reminded taxpayers that the site www.agenziaentrate.gov.it, in the Home - What you should do - Request - Refund, you can see the correct way to receive a tax refund with the credit on current account - invites everyone should receive this e-mail message to delete it as soon as possible and not to open its attachment as potentially dangerous.

source prontoConsumatore.it

Il «phishing» è una delle tecniche più diffuse di frode informatica e punta a rubare l’identità digitale dei risparmiatori.
Consiste nell’invio di e-mail che simulano le comunicazioni ufficiali di una banca sollecitando il destinatario a rivelare i propri dati riservati, come la password d’accesso ai servizi di home banking, il numero di carta di credito o il pin del Bancomat.
Di norma le e-mail contengono un link che conduce a un sito web del tutto simile a quello dell’istituto di credito in questione, dove l’utente viene invitato a inserire i dati relativi al proprio conto o alla carta di credito. La richiesta è spesso motivata da pretesi guasti ai sistemi informativi della banca stessa.
Il messaggio di posta elettronica può, inoltre, utilizzare toni «intimidatori», come minacciare la sospensione del servizio in caso di mancata risposta o contenere un avviso di chiusura del conto corrente qualora il cliente non fornisca tutti i propri estremi.