btcclicks

BTCClicks.com Banner

martedì 3 agosto 2010

I sette Templari del web - Seven Templars of the Web

"Così difenderemo la rete"
"So we defend the network"

Sono esperti internazionali di informatica e sicurezza cui è stato affidato il compito di riavviare il Web in caso di attacchi terroristici.
Ognuno ha un frammento della chiave segreta, almeno in cinque dovranno arrivare negli States per farla funzionare.
Are international experts in computer security and was given the task to restart the Web to terrorist attacks.Each has a fragment of the secret key least five will get in the States for her work.

Se la peggiore delle ipotesi - un hackeraggio totale di internet - dovesse verificarsi, almeno in cinque dovranno riuscire a raggiungere gli Stati Uniti per ricomporre il "codice segreto" con cui far ripartire la Root Zone, il cuore del sistema DNS (Domain Name System) che collega ogni terminale a un indirizzo IP.

If the worst - a total of hacking the Internet - were to occur, at least five must be able to reach the United States to reconstruct the "secret code" with which to restart the Root Zone, the heart of the DNS (Domain Name System) connecting each terminal to an IP address.
 
I Templari: chi sono.
Per la delusione delle menti appassionate di fiction, i nomi dei sette uomini che hanno tra le mani le chiavi di internet non sono rimasti segreti.
Si tratta di Bevil Wooding (Trinidad e Tobago), Dan Kaminsky (Stati Uniti), Jiankang Yao (Cina), Moussa Guebre (Burkina Faso), Norm Ritchie (Canada), Ondrej Sury (Repubblica Ceca) e Paul Kane (Regno Unito).
Ognuno ha una certa fama nel campo dell'informatica e della sicurezza, come ad esempio l'americano Kaminsky, conosciuto per i suoi lavori sull'avvelenamento di cache DNS e per aver portato alla luce lo scandalo del rootkit di Sony BMG nel 2005.
In alcuni, come ad esempio il ceco Sury, non manca la vena umanitaria: oltre ad essere un esperto di DNS, il suo profilo su LinkedIn lo descrive anche come un membro del Supervisory Board di Amnesty International per la Repubblica Ceca.
The Templars: who they are.To the disappointment of passionate minds of fiction, the names of seven men who were in his hands the keys of the Internet are not kept secret
This Drink Wooding (Trinidad and Tobago), Dan Kaminsky (USA), Jiankang Yao (China), Moussa Guebre (Burkina Faso), Norm Ritchie (Canada), Ondrej Sury (Czech Republic) and Paul Kane (United Kingdom) . Everyone has a certain reputation in information technology and security, such as the American Kaminsky, known for his work sull'avvelenamento DNS cache and for bringing to light the Sony BMG rootkit scandal in 2005.
In some, such as the Czech Sury not miss the vein humanitarian assistance, as well as being a DNS expert, his LinkedIn profile describes him as a member of the Supervisory Board of Amnesty International for the Czech Republic .

source la Repubblica.it