lunedì 31 maggio 2010

il nuovo Gps

Tutto pronto per il nuovo Gps
non sbaglierà di un centimetro
Il sistema di rilevamento satellitare - sotto il controllo degli Usa - sta per aumentare la sua efficienza.
Avrà un margine di errore finora impensabile.
Ma sarà maggiore anche la capacità altrui di sorvegliare i nostri movimenti
Non è soltanto la guida inostituibile per molti guidatori e camionisti, ma un vero e proprio sistema nervoso di tutte le attività su scala planetaria: senza di lui si fermerebbero i Bancomat delle banche e le transazioni di Borsa.
E' il Global Positioning System, Gps, che conosciamo per una delle sue tante applicazioni: il navigatore satellitare.

Ora questo sistema, che resta saldamente sotto il controllo degli Stati Uniti e in particolare del Pentagono, sta per fare un balzo in avanti nella sua efficienza.
Con delle applicazioni meravigliose o inquietanti.
Sul telefonino otterremo facilmente istruzioni per raggiungere la nostra destinazione con un livello di precisione finora sconosciuto: un margine di errore inferiore al centimetro.
Ma aumenterà prodigiosamente anche la capacità altrui di sorvegliare i nostri movimenti.
source la Repubblica.it