martedì 10 novembre 2009

Banda larga, Confindustria contro lo stop ai fondi

Dure critiche dagli operatori del settore.
Presa di posizione della Federazione concessionarie pubblicitarie-Assointernet: "Grave errore.
Era una strada per uscire dalla crisi"

ROMA - Contro lo stop ai finanziamenti per la banda larga protesta anche la Confindustria."Un danno al Paese.
Il Piano anti digital divide è strategico. Come Confindustria - afferma il delegato del presidente della confederazione allo Sviluppo della Banda Larga, Gabriele Galateri - continueremo a sostenere la priorità di questo intervento. In due anni potrebbero essere investiti 1,5 miliardi di euro in infrastrutture per ridurre il digital divide, che riattiverebbero la filiera dell'ICT e gli investimenti in innovazione digitale delle imprese.
Ogni euro investito nella banda larga ne produce almeno due di aumento di attività economica e di Pil. Il Paese non può rimandare questi interventi".


la Repubblica.it