btcclicks

BTCClicks.com Banner

mercoledì 11 giugno 2008

Per il popolo Mac arriva il "leopardo delle nevi", la nuova versione di Mac OS X

Nel giorno dell'iPhone 3G e del suo ricco bagaglio software orientato al Web 2.0 si è parlato anche di Snow Leopard, l'annunciata nuova versione del sistema operativo Mac OS X. Gli sviluppatori convenuti a San Francisco hanno avuto (stando alle impressioni registrate in Rete) quanto si aspettavano, in attesa di mettere fisicamente le mani sul nuovo nato, il cui rilascio è previsto fra circa un anno. E cioè un primo ma approfondito assaggio delle funzionalità avanzate della piattaforma, che Apple ha disegnato per sfruttare al massimo i processori a tecnologia multi-core (con l'introduzione della nuova tecnologia "Grand Central"), la potenza di calcolo dei nuovi chipset grafici (le cosiddette Gpu, Graphic processing units) e grandi quantità di memoria Ram (fino a 16 Terabyte).

Il tutto per aumentare significativamente le prestazioni globali del sistema e facilitare il compito di scrivere programmi compatibili con l'Os per gli sviluppatori. Altra prerogativa del "leopardo delle nevi" è quella di essere pienamente compatibile con Microsoft Exchange 2007 (nelle applicazioni OS X Mail, iCal e Rubrica) e di essere caratterizzato da una nuova e moderna piattaforma audio e video (QuickTime X) e dal browser Safari dotato di una versione di JavaScript aggiornata, che permetterà secondo Apple un incremento di prestazioni del 53 %.

Lapidario ma alquanto significativo il commento rilasciato ai media da Bertrand Serlet, senior vice president Software Engineering di Apple, a proposito del nuovo sistema operativo della Mela: "Abbiamo rilasciato oltre un migliaio di nuove funzionalità in OS X nel corso di appena sette anni e Snow Leopard getta le basi per altre migliaia. Nel nostro continuo impegno a fornire la migliore esperienza utente, schiacciamo il tasto ‘pausa' sulle nuove funzionalità per concentrarci sul perfezionamento del sistema operativo più avanzato al mondo". Parole che suonano come manna per il popolo Mac.