btcclicks

BTCClicks.com Banner

lunedì 26 maggio 2008

Microsoft difende Vista: «È il miglior sistema operativo mai sviluppato»

A questo punto è forse lecito chiederselo: perchè Microsoft torna periodicamente a incensare i dati di vendita e le funzionalità di Vista?
Teme che la popolarità del vecchio ma sempre di moda Windows Xp possa condizionare il percorso di migrazione verso il nuovo sistema operativo, per altro costellato da non pochi ostacoli (soprattutto in ambito aziendale) dal momento in cui è stato rilasciato sul mercato, quasi 18 mesi fa? La domanda, posta dal Sole24ore.com a Fabrizio Albergati, Direttore della Divisione Windows Client di Microsoft Italia, ha avuto la seguente risposta: "la resistenza degli utenti all'adozione di Vista non è reale e lo dimostrano i dati di vendita complessivi che comprendono le versioni installate direttamente sui pc dei produttori Oem, i pacchetti venduti a scaffale e le licenze a volumi. I contratti di "volume licensing" in particolare (quelli che Microsoft ha in essere con le grandissime organizzazioni, ndr) ci dicono che Vista è apprezzato là dove le aziende sono più strutturate mentre nelle realtà piccole e medie è assolutamente normale che vi siano più difficoltà, al di là del fatto che in una certa fase è assolutamente fattibile gestire due sistemi operativi contemporaneamente".
Dunque Microsoft respinge le critiche e gonfia anzi il petto di fronte ai risultati di vendita, ribaditi con una certa enfasi dallo stesso Albergati e anche da Bill Gates nel corso del suo attuale tour giapponese. Le copie finora di Vista distribuite dal lancio sono oltre 140 milioni ma ciò che più inorgoglisce la società di Redmond è il fatto che il nuovo sistema operativo sia quello con il più veloce indice di vendita, in virtù di un'adozione del prodotto molto elevata e non solo fra gli utenti consumer". Che molto sia stata fatto per migliorare il software sotto il profilo della sicurezza del sistema, della compatibilità con le applicazioni di terze parti, dei consumi e della disponbilità di driver è fuor di dubbio. Che Xp goda tutt'oggi, anche alla luce del recentissimo rilascio del Service Pack 3 di molto credito presso gli utenti (consumer e aziendali) è altrettanto indiscutibile nonostante Microsoft e i suoi partner si prodighino a dimostrare il forte appealing nei confronti di Vista. E l'ulteriore riprova di come l'affermazione di Vista sia prioritaria viene dal fatto che (salvo cambiamenti dell'ultima ora) le vendite di Xp ai produttori di pc avranno fine il 30 giugno e solo per i computer ultra low cost (come l'Eee Pc di Asus) il vecchio sistema operativo verrà garantito in licenza fino a metà 2010. La scena sarà così tutta per il nuovo Os (anche se con i programmi di "downgrade" le aziende possono utilizzare la licenza di Xp in loro possesso fino a quando non decideranno di migrare a Vista) ma fino a quando è ancora tutto da capire; Windows 7, la nuova (forse ultima) evoluzione del software made in Redmond arriverà davvero entro la fine del 2009 come ha ventilato lo stesso Gates non più tardi di un mese fa ?
continua