mercoledì 23 aprile 2008

Professionisti del Web 2.0 cercasi

Da moda a strumento di business. Sempre più aziende stanno esplorando le nuove frontiere della comunicazione online e per farlo in maniera profittevole hanno scatenato la caccia agli specialisti del settore. In genere si tratta di persone che hanno approfondito la conoscenza delle nuove realtà per interesse personale, ma che successivamente vi hanno intravisto la possibilità per mettere a disposizione la propria professionalità trasformando la passione in un vero e proprio lavoro.

L'espressione più in voga per designare il fenomeno in atto risponde al nome di Web 2.0: finita l'epoca delle informazioni calate dall'alto, sono gli utenti i nuovi generatori di dati e contenuti. I forum si sono trasformati in strumenti di creazione del consenso e hanno preso piede community spontanee come i social network, in cui si incontrano vecchi colleghi, ci si sPubblica postcambia informazioni di tipo lavorativo e si punta a creare nuove occasioni di business.

L'esempio più lampante di questa nuova stagione del web è Second Life, nato per offrire a ogni utente un proprio alter ego virtuale, attraverso il quale viaggiare tra isole immaginarie. Un gioco inizialmente, presto trasformatosi in qualcosa di più serio, quando le aziende hanno capito che occorreva presidiare i nuovi spazi in cui gli utenti si incontravano, magari preferendoli alla serata al pub o a qualche ora spesa davanti alla televisione. Così sono arrivati gli spazi autogestiti delle grandi corporation dell'It, quindi gli sportelli di informazioni degli enti locali, gli spazi di informazione turistica e i primi eventi, come concerti, presentazioni di nuovi prodotti, convention aziendali e persino conferenze mediche. Accenture, multinazionale della consulenza, si è dotata di una Second Life project manager. «Si tratta di una realtà che conta su 11 milioni di utenti registrati nel mondo e circa mezzo milione di persone attive», spiega Elisabetta Vernier, «per cui le aziende che puntano sui grandi target di consumatori non possono più ignorare il fenomeno». Le aziende si rivolgono al project manager per costruire una propria presenza in rete e acquisire visibilità: «In genere, a svolgere questa professione sono persone che hanno maturato esperienze di marketing e di comunicazione e che hanno una approfondita conoscenza delle tecnologie informatiche», aggiunge Vernier. «Non basta, infatti, costruire una presenza in rete, ma occorre scegliere la modalità e il posizionamento dopo aver attentamente analizzato le caratteristiche degli utenti, le necessità per cui popolano questa realtà virtuali, gli orari di collegamento». Il project manager solitamente lavora in team con un builder, uno scripter e un event manager: il primo è un programmatore con conoscenza delle tecnologie 3D, incaricato di realizzare il disegno dello spazio «fisico» su Second Life.

A svolgere questo lavoro sono in genere professionisti che arrivano dal mondo del web-design o dalle aziende di videogiochi. Lo scripter, invece, è il programmatore incaricato di curare i linguaggi informatici della presenza on-line e di aggiornare le informazioni. Lo scripter deve conoscere i linguaggi di programmazione più evoluti, essere in possesso delle certificazioni che ne attestino la professionalità e avere dalla sua una buona dose di creatività per realizzare soluzioni originali. L'event manager è l'uomo della comunicazione, il professionista che ha maturato esperienza nell'organizzazione di convention aziendali, convegni e party e decide di virare sul mondo di internet. Per svolgere questa professione occorrono dimestichezza con l'organizzazione di eventi, capacità di comunicazione e abilità nello scandagliare i luoghi del web in cui si discute e si crea opinione come blog, forum e community di vario tipo. «Il project manager è a capo di questo team di lavoro», prosegue Vernier, «per cui deve possedere una propensione naturale all'organizzazione, capacità di coordinamento e di motivazione dei collaboratori».

Le professioni del Web 2.0

ProfessioneMansioniCompetenze

Project manager dei mondi virtuali

Progettazione di strategie di comunicazione per le aziende all’interno di Second Life e simili

Doti di progettualità

Coordinamento dei collaboratori

Capacità di lavorare in team

Event manager

Organizzazione di eventi online

Abilità di comunicazione

Conoscenza delle dinamiche Internet

Builder

Costruire e aggiornare uno spazio in linea con il profilo dell’azienda cliente

Conoscenza dei linguaggi informatici

Conoscenza delle tecnologie 3D

Scripter

Programmazione dei database che ospitano dati e informazioni

Conoscenza della programmazione Web

Specialisti del Web 2.0

Analisi degli strumenti di comunicazione, partecipazione e ideazione di conseguenti strategie di business

Esperienze di marketing e comunicazione

Familiarità con le nuove frontiere di Internet

Doti di creatività


Letto su PMI Microsoft