lunedì 27 agosto 2007

Wireless anche a casa: come installare e proteggere una rete Wi-Fi

Tutto il mondo sta adottando la tecnologia wireless: puoi farlo anche tu! L'assenza di fili ti offre la libertà di rispondere alle e-mail dal divano, o di navigare su Internet mentre sei disteso sul letto. Consente inoltre di semplificare la condivisione dell'accesso a Internet e alla stampante tra tutti i computer presenti in casa. Inoltre, per tutti coloro che non possono fare a meno di lavorare 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, la tecnologia wireless pone fine alle lunghe e solitarie ore trascorse nell'ufficio di casa per rispondere alle e-mail di lavoro: ora è possibile farlo in qualsiasi punto della casa.

Nonostante gli evidenti vantaggi della tecnologia wireless, tuttavia, siamo in molti a rinviare l'adozione di questa tecnologia a causa di dubbi sulla complessità, i costi e la sicurezza che essa comporta. È tempo di porre fine a tali timori. Ecco spiegato nel dettaglio com'è facile installare e rendere sicura una rete wireless nella tua casa.

Cosa serve
Una rete wireless deve comprendere due componenti: un "punto di accesso Wi-Fi", cioè un gateway a Internet simile al modem a banda larga o via cavo, e un ricevitore Wi-Fi (una scheda Wi-Fi) che consente di connettere il computer al punto di accesso tramite segnali radio. Vediamo ora che cosa sono e dove si trovano.

Punti di accesso o router wireless:
Sono piccoli componenti hardware che vengono collegati al modem a banda larga in uso e il loro prezzo varia tra 35 e 75 euro. È possibile installarli e utilizzarli in modo molto rapido e richiedono un minimo lavoro di configurazione da parte dell'utente. Oppure puoi acquistare un modem a banda larga Wi-Fi all-in-one, in cui è già integrato tutto ciò di cui hai bisogno.

Schede Wi-Fi:
Queste schede richiedono semplicemente di essere inserite in uno slot di espansione disponibile del tuo sistema e costano meno di 35 euro. Tutti i portatili nuovi sono dotati di scheda Wi-Fi di serie e quindi potresti già averne una.

Standard diversi
La maggior parte di noi lo chiama semplicemente Wi-Fi, abbreviazione di “wireless fidelity”. In termini tecnici, tuttavia, è noto come 802.11, che indica nient'altro che la denominazione propria di questo standard tecnologico. Poiché le tecnologie si evolvono con rapidità, sono disponibili varie forme di questo standard, per esempio 802.11a, 802.11b e 802.11g.

Questi tre standard principali indicano tutti la stessa tecnologia Wi-Fi che già ci è nota, ma ciascuno di essi è dotato di capacità diverse e offre vantaggi e svantaggi reciproci in termini di campo, prestazioni e compatibilità. Pertanto devi verificare che tutti i componenti della rete (punti di accesso e schede) siano compatibili tra di loro.

Gli esperti consigliano lo standard 802.11g in quanto è supportato dalle reti wireless dal 2002, conserva la compatibilità con prodotti meno recenti e offre sia l'elevata velocità dello standard 802.11a sia il più esteso campo del segnale caratteristico dello standard 802.11b. Vale la pena sottolineare inoltre che ormai lo standard 802.11g non comporta costi superiori ad apparecchiature meno recenti di tipo a o b.

Sicurezza innanzitutto
Creare una rete wireless è così facile che molti utenti collegano il loro router wireless, installano la scheda Wi-Fi e si mettono subito al lavoro: non si fermano neanche un attimo a riflettere sulle implicazioni per la sicurezza della tecnologia Wi-Fi. Purtroppo la nuova rete wireless, priva di misure di sicurezza, è esposta tanto agli hacker che desiderano spiare ciò che fate in Internet (nonché “mettere il naso” nei vostri dati riservati) quanto ai vicini che vogliono “farsi un giro” gratis su Internet sfruttando la tua connessione. Devi quindi adottare alcune semplici contromisure per proteggere la tua rete Wi-Fi.

Fase uno:
Blocca la tua rete! Puoi (anzi: devi!) modificare le impostazioni predefinite della password del tuo router o punto di accesso. Trovi le istruzioni su come procedere nel manuale di installazione del router. Se non lo fai, qualcuno può identificare la marca del router o del punto di accesso: a questo punto troverà facilmente la password principale predefinita su Internet e potrà assumere il controllo del dispositivo.

Fase due:
Codifica i tuoi dati! Tutti i router o punti di accesso Wi-Fi sono in grado di codificare in modo trasparente tutto ciò che trasmettono. I router wireless meno recenti sono dotati di crittografia WEP (Wired Equivalent Privacy) e i router di nuova generazione mettono a disposizione i protocolli WPA (Wi-Fi Protected Access) e WPA2. I protocolli WPA più recenti offrono capacità di crittografia più potente e affidabile: se puoi scegliere, evita di usare il protocollo WEP. Per attivare la crittografia non dovrai fare altro che seguire la semplice procedura di amministrazione descritta nel manuale di installazione del router e scegliere la password che preferisci. Non è necessario apportare alcuna modifica ai tuoi computer e non noterai alcuna differenza durante la navigazione in Internet.

Fase tre:
Investi su un firewall personale e su strumenti di protezione antivirus e sicurezza in Internet. Prodotti come Norton Internet Security 2007 e Norton 360 possono rivelarsi estremamente utili per proteggere la tua rete wireless.

Conclusione
Una rete wireless domestica costa poco ed è facile da installare. Ma il suo prezzo può salire molto se decidi di non adottare le misure di sicurezza necessarie: rischi di scoprire che hacker o altri ospiti non invitati usano la tua rete wireless a loro vantaggio. Non rinunciare alla libertà che una rete Wi-Fi personale può offrire a te e alla tua famiglia. Al tempo stesso, però, non dimenticare di proteggere la tua nuova rete wireless con password e con i sistemi di crittografia già in dotazione. E ovviamente non dimenticare mai di installare firewall, software di sicurezza in Internet e programmi antivirus su tutti i tuoi computer!