sabato 30 giugno 2007

Telefoni, massimo 30 giorni per il cambio di gestore


L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha varato le Linee guida esplicative della legge Bersani. Trasparenza e tempi più brevi per le operazioni.
Un mese non di più per il cambio di gestore e stop a ritardi, richieste di pagamento non motivate e difficoltà per la restituzione del credito residuo. Gli operatori telefonici, di servizi internet e pay tv che finora non hanno applicato alla lettera le nuove regole imposte dalla legge Bersani d'ora in poi non hanno più scuse e rischiano pesanti sanzioni se non si adeguano. La Direzione Tutela dei Consumatori dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, infatti, il 28 giugno ha varato le Linee guida esplicative della legge Bersani e le indicazioni non lasciano spazi a dubbi. I principi più importanti sono il riconoscimento del credito residuo e la sua trasferibilità, non solo per i telefoni, ma anche per le schede tv, 30 giorni massimo per il trasferimento delle utenze e il divieto di applicare costi ingiustificati per chi recede dal contratto.