mercoledì 9 giugno 2010

iPhone 4

«Just gorgeous», dice Jobs.
L'iPhone 4 è più sottile e videochiama
Chassis più sottile della sua categoria (9,3 millimetri, il 24% in meno rispetto al 3GS) a uno schermo chiamato "Retina display" che presenta la maggior densità di punti sullo schermo per favorire la visibilità «in maniera mai raggiunta da nessuno dei nostri concorrenti». 
Il numero uno della Mela morsicata si è lasciato andare anche a considerazioni estetiche: 
«E' veramente sottile, il design è uno dei più belli che abbiate mai visto: in vetro davanti e dietro, acciao lungo i lati». 
E poi, orgoglioso: «Just gorgeous». Insomma, «davvero splendido».
Arriva anche la doppia fotocamera (da 5 megapixel con flash) e videocamera per video Hd con flash Led, batteria migliorata del 40% (300 ore in standby, 7 in conversazione e 10 in navigazione Wi-fi), antenna ad alta sensibilità integrata nei montanti del telefono.
In più c'è una nuova versione del sistema operativo che cambia nome e diventa iOS 4, con multitasking e varie altre funzionalità aggiuntive richieste dagli utenti.
Per chi possiede già un iPhone il nuovo iOs4 sarà disponibile gratuitamente a partire dal 21 giugno.
source IlSole24ORE.com 
 

Più sottile, nuovo design Steve Jobs svela l'iPhone 4
E' sostanzialmente la macchina che avevamo visto su Gizmodo, e che aveva scatenato le ire di Jobs per la fuga di notizie.
I prezzi sono bassi, 199 dollari per il modello da 16gb, 299 per quella da 32, mentre il "vecchio" 3GS scende a 99 dollari, il che dovrebbe riflettersi anche sui prezzi italiani.
La nuova macchina esce negli Usa il 24 giugno, in Italia arriverà a luglio.
Non tutte le funzioni del nuovo sistema operativo saranno utilizzabili sulle vecchie macchine, iPod Touch compreso, ma l'aggiornamento al nuovo OS avverrà gratuitamente il prossimo 21 giugno.
L'era del post-computer è questa, l'era di macchine sempre più semplici e performanti, portabili e leggere, in grado di svolgere molteplici funzioni ma, soprattutto, di collegarsi costantemente alla rete, dalla quale possono prendere dati di ogni genere, senza usare più alcun supporto esterno.
Macchine multimediali, che svolgono molte funzioni senza averne una primaria (la scomparsa della tastiera esterna è il messaggio), macchine che si adattano alle necessità di chi le usa, e che stanno sempre con noi, in tasca, nella borsa, svolgendo funzioni che prima erano assolutamente inimmaginabili.
source la Repubblica.it