mercoledì 5 maggio 2010

L'officina che salva i computer
Trasforma vecchi pc in macchine veloci e potenti
con software libero e pezzi di ricambio
O.I.L., acronimo che sta per Officina Informatica Libera.
Un’iniziativa a carattere sperimentale, che, a metà strada tra l’autoproduzione e l’informatica pura, cerca di educare le persone ad un nuovo approccio con il proprio personal computer.
Troppo presto si danno per spacciati o inutilizzabili computer che in realtà potremmo benissimo rimettere in sesto. Ma in un mercato che sforna nuovi modelli sempre più performanti sembra quasi un controsenso cercare di recuperare una vecchia “macchina”.
Una vera officina, nella quale è possibile trasformare in computer super-veloci e affidabili pc che a dispetto della loro giovane età si mostrano lenti e facilmente inceppabili. Il segreto di tali miracolosi interventi?
Anzitutto software libero e gratuito, da installare e usare per le operazioni più comuni, che vanno dal controllare la propria posta elettronica allo scrivere testi e al visualizzare e ritoccare immagini. In seconda battuta, la sostituzione dell’hardware danneggiato con pezzi di ricambioche, dovendo funzionare soltanto con software ottimizzato, saranno soggetti a minore logorio.
source LA STAMPA.it