martedì 4 maggio 2010

I floppy vanno in pensione si chiude un'era informatica
La Sony ha annunciato che a marzo 2011 cesserà la produzione e le vendita dei piccoli dischi di plastica che per decenni hanno salvato i dati degli utenti di computer. Il colosso giapponese detiene il 70 per cento del mercato
Floppy disk addio: l'epoca del famoso dischetto per la conservazione dei dati volge definitivamente al termine e la Sony ha annunciato che nel marzo 2011 cesserà del tutto la produzione e la vendita. Soppiantato prima dagli Zip, poi da Cd, Dvd, chiavette Usb e hard disk esterni, da tempo ormai il supporto quadrato di plastica da 3,5 pollici e 1,44 Mb di capacità ha ceduto il passo a tecnologie superiori per prestazioni e quantità di memoria fino a 1 terabyte (1 milione di Mb).

Già dal lontano 1998 Apple ha optato per i nuovi sistemi, seguita anni dopo dal colosso dell'informatica Dell Computers e via via da tutti gli altri che hanno smesso di equipaggiare computer e notebook con i drive per la lettura e scrittura dei floppy, con il risultato che, nel 2007, ben il 98 per cento dei Pc in commercio ne era sprovvisto e oggi la nuova generazione di navigatori non ne ha mai visto né tantomeno utilizzato uno.
source la Repubblica.it
A marzo 2011 si chiude l'era del floppy disk
Nessuno ci pensava più da un pezzo, ma il conto alla rovescia è già iniziato.
Ancora un anno, anzi meno, e altro pezzo di storia informatica andrà infatti in pensione. Secondo quanto riporta il Mainichi Daily, a marzo 2011, Sony interromperà definitivamente la vendita dei floppy disk anche in Giappone.
Così, per i supporti neri o colorati dotati di linguetta color acciaio e con apposito spazio per l'etichetta adesiva descrittiva è stato l'inizio della fine. Per Sony, che detiene il 70% del settore, e gli altri produttori, è stato comunque un business incredibile, con milioni di esemplari distribuiti in tutto il mondo anche in tempi recenti: proprio la casa di Tokyo ne ha venduti in terra nipponica 12 milioni di pezzi nell'esercizio 2009, rispetto ai 47 milioni del 2002.

Il trentesimo compleanno del floppy coinciderà quindi la sua morte.
Del resto, già nel 2007 il 98% dei computer in commercio era privo della fessura adatta a leggere la sua memoria.
source Libero-news.it