giovedì 13 maggio 2010

diritto a Facebook

Linea dura di Facebook
contro gli utenti-avatar: disattivati gli account
Il divieto di registrarsi al social network sotto falso nome esiste da sempre ma non era mai stato fatto rispettare.
Invece ora la società di Palo Alto sta cancellando senza preavviso le caselle.
E partono le proteste.
Ma è una clausola considerata finora del tutto formale, e che non era mai stata applicata a tappeto.
Anche perché esigenze di sicurezza non ce ne sono, visto che Facebook è in grado di sapere in ogni istante non solo l'indirizzo di mail e l'ip (ovvero il computer) utilizzato da ogni utente, ma anche una quantità impressionante di dettagli sulla sua vita privata.
Perchè, allora, proprio adesso?
I social network sono il principale canale di interazione sociale per milioni di utenti, un legale combattivo potrebbe chiedere a un giudice di sancire che il «diritto a Facebook» fa parte ormai dei diritti inviolabili della persona.
source il Giornale.it