venerdì 18 settembre 2009

Musica, immagini e touchscreen tutto nel cuore degli smartphone


Windows, Osc, Linux, Symbian, Web OS e altri ancora.
Mai come ora il sistema operativo connota il telefonino evoluto con cui conviviamo.
Ecco le varie soluzioni. Per tutti le esigenze, per tutte le tasche

Fra un pò sarà comune sentire, al bar, qualcuno chiedere non più di che marca è il cellulare, ma "il tuo che sistema operativo ha?".
Una svolta, infatti, è in corso: il sistema, e i software che ci girano attorno, stanno rivestendo un'importanza crescente nella scelta del cellulare e nel modo in cui lo si usa.
Lo confermano le notizie di questi giorni. Motorola ha appena annunciato Dext, cellulari basato su sistema operativo Android (ideato da Google), tutto pensato per il web.
È notevole che Motorola affidi a questo sistema, open source, la sua arma del riscatto, con il primo lancio di rilievo dopo mesi di silenzio (e di declino delle vendite).

La conseguenza di questo fenomeno è che l'acquisto di un cellulare ora deve tenere conto di aspetti nuovi, oltre a prezzo, fotocamera e gadget vari.
Quante applicazioni posso aggiungere per personalizzarlo e arricchirlo?
Come si comporta sul web?
Non solo, c'è un'altra faccia della medaglia.
Se delle applicazioni non ci importa niente, faremo bene a evitare cellulari dotati di un sistema operativo avanzato: meglio un prodotto più semplice (ed economico).
Facciamo chiarezza tra le nuove possibilità del mercato.