domenica 19 luglio 2009

Siti internet lenti e poco chiari Quanto stress per i clienti web

Il commercio elettronico in difficoltà a causa di utenti sempre più esigenti ed impazienti.
La velocità è fondamentale
per non far fuggire i potenziali clienti che vogliono informazioni o fare acquisti nel giro di pochi secondi

"Il server ha impiegato troppo tempo a rispondere".
Adsl, Umts, banda larga. Capita di navigare alla massima velocità per poi arenarsi di fronte a un messaggio come questo. La frustrazione provata di fronte a siti internet particolarmente lenti accomuna tutti, indipendentemente dalla classe sociale e dal titolo di studio. Insomma, vogliamo informazioni subito e non intendiamo aspettare.
Una situazione che rischia di danneggiare l'economia, spiega una ricerca condotta dalla Redshift Research per conto della Computer Associates. La frustrazione del cliente da una parte, quella del venditore dall'altra. Una cosa certa: lo stress da web lento produce seri problemi soprattutto alle aziende che puntano molto, se non tutto, sull'e-commerce.

Dopo aver intervistato 2.500 utenti nei cinque principali paesi dell'Unione Europea (Francia, Germania, Italia, Gran Bretagna e Spagna) emerge che il 34% degli interpellati concede a un sito non più di 10 secondi per rispondere e caricare la pagina, prima di abbandonarlo a favore di un altro. Un danno consistente per le imprese che utilizzano il web per attirare clienti e soprattutto per le aziende che vendono i propri prodotti direttamente su internet.