giovedì 13 settembre 2007

Non scherzare con le password

Non usare la stessa password per account diversi. Se un hacker la dovesse scoprire, tutti gli account per i quali utilizzi quella password potrebbero essere compromessi.

Cambiale tue password frequentemente e non riutilizzare password già usate.

Impara a creare password efficienti o “pass-phrase” per aumentare il livello di sicurezza. Un metodo semplice consiste nel creare una frase e utilizzare la prima lettera di ciascuna parola, sostituendo alcune lettere con simboli di punteggiatura.

Non prendere mai nota dei tuoi nomi utente e delle password; non inviare mai le tue password tramite e-mail; non divulgare mai le password a terzi.

Le password definite efficienti sono lunghe almeno 8 caratteri, utilizzano una combinazione di lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali, e inoltre non comprendono “parole reali” che è possibile trovare nel dizionario.
Se uso una password, tutte le mie transazioni sono protette?
Quando usi il tuo laptop in uno “Hot Spot” Wi-Fi oppure utilizzi un computer in un Internet cafè devi evitare di effettuare operazioni che richiedano l'immissione di un nome utente e di una password (come per i servizi bancari o lo shopping on-line): i tuoi nomi utente, le password e/o i numeri di carta di credito o di account potrebbero essere intercettati sulla rete wireless o tramite programmi che registrano le sequenze dei tasti.
Se non posso prendere nota delle password, come posso ricordarle tutte?
È consigliata la creazione di password facili da ricordare. Ma poiché hai bisogno di una password diversa per ogni account on-line, potresti facilmente fare confusione. Sono disponibili strumenti software di gestione delle password e siti Web che ti consentono di salvare e crittografare i tuoi nomi utente e le password.

Non usare computer pubblici o account Wi-Fi non protetti per accedere a conti bancari o per utilizzare altri dati personali che desideri mantenere segreti. I computer pubblici possono essere infettati da programmi che registrano le sequenze dei tasti e inoltre è facile usare “sniffer” (programmi per l'ascolto del traffico della rete) nelle reti Wi-Fi pubbliche.