mercoledì 10 novembre 2010

Tutto coi sensori e senza sim

l'iPhone 5 come credit card

Dopo aver scalzato l'azienda che produce il Blackberry (RIM) nella classifica mondiale dei produttori di telefonia, con il 4.1% del mercato contro il 3.6% di Research In Motion (Dati IDC 1), la società di Cupertino non ha perso tempo e ha rilasciato agli sviluppatori la versione Gold Master di iOS 4.2 - per gli amici GM - il sistema operativo tuttofare del melafonino, pronto anche per iPad e iPod Touch. Segno che ormai il più è fatto e che mancherebbero appena una o due settimane al download ufficiale. In questo modo si riallinerebbero definitivamente i tre prodotti Apple alla stessa versione del sistema operativo. Ma non basta. Sul Web c'è chi parla già dell'iPhone 5.
Having ousted the company that makes the Blackberry (RIM) in the world ranking of handset manufacturers, with 4.1% against 3.6% of the market, Research In Motion (IDC Data 1), the Cupertino company has wasted no time and has granted developers the Gold Master version of IOS 4.2 - GM for friends - the operating system of the iPhone by handyman, ready for iPad and iPod Touch. A sign that the worst is over now and just miss a week or two to download the official. This will definitely re-alignment of the three Apple products in the same operating system version. But not enough. On the Web there are those who already speak the iPhone 5.
 
Prendete qualche annuncio che vede Apple pronta a fare shopping fra le migliori start-up del mondo, aggiungete alcuni rumors che parlano di tecnologie capaci di trasformare il vostro cellulare in una carta di credito sempre a disposizione, e condite il tutto con le fantasie più sfrenate a cui, Steve Jobs & Co ci hanno ormai abituati: cosa ottenete?
L'iPhone 5.
Già, perché anche se il rilascio della quinta versione del telefonino più desiderato del momento non è previsto a breve, già circolano molte indiscrezioni sul suo conto.
La prima: l'iPhone 5 potrebbe non essere provvisto della tradizione SIM card.
Al suo posto potrebbe essere infatti integrato un dispositivo virtuale che consentirebbe ai consumatori in Europa di acquistare un telefono cellulare sul web o presso l'Apple Store e ottenere telefoni funzionanti tramite App Store.
La soluzione farebbe parte di un accordo fra Apple e la società Gemalto - stando a fonti dall'interno degli operatori telefonici europei - e si tratterebbe di una sorta di SIM card virtuale, programmabile come una qualsiasi applicazione, che consentirebbe alle società telefoniche di impostare a quel punto le proprie esigenze e le offerte da proporre alla clientela.
Take a few announcements that Apple sees ready to go shopping among the best in the world start-up, add some rumors that speak of technologies that can turn your phone into a credit card always available, and season with the wildest fantasies that, Steve Jobs & Co we now expect: What do you get?
The iPhone 5.
Yes, because even if the release of the fifth version of the most desired phone of the moment is not expected soon, already many rumors circulating about him.
The first: the iPhone 5 could not be fitted with the traditional SIM card.
In its place could be in fact an integrated virtual device that would allow consumers in Europe to buy a phone on the internet or at the Apple Store and get phones working through App Store.
The solution would be part of an agreement between Apple and the company Gemalto - according to sources from within the European telephone operators - and it would be a sort of virtual SIM card, programmable as any application that would allow telephone companies to set Then their needs and the offers to be proposed to customers.

source la Repubblica.it