giovedì 22 aprile 2010

Adsl, la bugia della velocità
"E' metà di quella pubblicizzata"
Pubblicato il primo studio complessivo sulla banda larga italiana: gli utenti pagano per prestazioni che i provider non garantiscono.
Penalizzati soprattutto gli abitati dei comuni minori
La vera velocità delle adsl italiane è circa la metà di quella pubblicizzata e penalizza soprattutto gli utenti di alcune zone geografiche.
Gli abitanti delle città medio-piccole navigano più lenti e in certi casi pagano di più degli altri.
È quanto svelato dal primo studio complessivo sull'adsl italiana, condotto da Between-Osservatorio Banda Larga.
La ricerca si avvale di 120 mila test delle connessioni, in un centinaio di province italiane, con il contributo di 11.400 utenti campione.

Il primo risultato che balza agli occhi è che la velocità media è di 4,1 Megabit al secondo in download, mentre ora le Adsl sono vendute con tagli "fino a" 7 o 20 Megabit.
La velocità è un'alea: varia molto a seconda dell'operatore, della zona geografica e della fascia oraria.
Nelle ore di punta e nei comuni meno importanti scende fino a 2 Mbps in media, mentre gli utenti più fortunati possono arrivare a 5 Mbps.
source la Repubblica.it