mercoledì 17 febbraio 2010

mobile World Congress

Telefonini, la kermesse a Barcellona:
Microsoft lancia Phone 7, Nokia e Intel si alleano
Il settore non conosce crisi: secondo i dati diffusi ieri dall’Itu (l’Unione internazionale delle telecomunicazioni, l’agenzia delle Nazioni Unite per le tlc) entro il 2010 ci saranno 5 miliardi di persone al mondo dotate di ‘mobile’, 400 milioni in più rispetto al 2009.
Di questi cinque miliardi, a fine 2010, uno avrà un abbonamento a banda larga mobile, chiaro segnale che il futuro della telefonia è verso il web: entro cinque anni l’accesso alla Rete da dispositivi mobili (cellulari, smarthphone, netbook, ecc) supererà quello da postazione fissa.
Ecco perché il focus dei produttori si allarga sempre più dai telefonini all’insieme di software e servizi online.
source Quotidiano.net

Arriva Windows Phone 7
Nokia e Intel fanno 'MeeGo'
La prima novità è il risultato degli sforzi congiunti di Nokia e Intel, strana coppia che ha rivelato al mondo il suo sistema operativo mobile, pensato per telefoni, netbook e ogni altra forma di connessione mobile, comprese le tecnologie per autovetture.
Si chiama MeeGo ed è un OS basato su Linux, ottenuto dalla fusione dei progetti Maemo (Nokia) e Moblin (Intel).
Le due aziende sono rispettivamente il primo produttore di telefonia mobile e il leader mondiale nel campo dei microprocessori per computer, e l'inizio della collaborazione risale allo scorso giugno.
source la Repubblica.it
 
Wmc, Microsoft presenta Windows Phone 7 Series
In occasione del Mobile World Congress 2010, il Ceo di Microsoft Steve Ballmer, ha presentato la nuova generazione di dispositivi Windows Phone: Windows Phone 7 Series.
 



Con questa nuova piattaforma Microsoft offre un approccio innovativo ai sistemi operativi per i cellulari, caratterizzato da un design aggiornato e da esperienze di utilizzo integrate che mettono a disposizione degli utenti i contenuti richiesti del Web e delle applicazioni a cui tengono maggiormente.

source LA STAMPA.it

Smartphone, un'ondata di rinnovamento per Samsung
Si chiama Samsung Wave, in codice S8500 (primo smartphone touchscreen a montare un display Super Amoled a 3,3 pollici che promette di offrire immagini realistiche, più chiare, brillanti e con meno riflessi rispetto ai normali display Amoled) e, come recita lo stesso nome, ambisce a portare un'onda di cambiamento nel modo di concepire la connettività e i contenuti sul mobile.



«Con Samsung Wave per la prima volta gli sviluppatori di tutto il mondo avranno la possibilità di creare in libertà applicazioni compatibili con più piattaforme», ha infatti ricordato JK Shin, presidente e capo del Mobile Communications Business della Casa coreana.

source IlSole24ORE.com