lunedì 22 giugno 2009

Hunch, il motore dei dubbiosi

Un algoritmo aiuta a prendere la decisione giusta, sui temi più svariati.


Dove dovrei andare in vacanza questa estate? Sono troppo stressato?

È bene che io inviti a cena quel mio collega? Potrei diventare vegetariano?
Per qualsiasi domanda esiste una risposta, che anche se non è proprio quella giusta, è senz’altro quella che più si avvicina ai nostri desideri.
E se non abbiamo amici o sfere di cristallo a cui chiedere consiglio, ci resta pur sempre il web. Hunch è un nuovo servizio nato per toglierci i dubbi da cui non riusciamo a uscire. Lanciato da Caterina Fake, la co-fondatrice di Flickr (il sito di Yahoo! per la pubblicazione di foto da parte degli utenti), Hunch è un motore di ricerca motivazionale.
L’esempio online che più gli si avvicina è Yahoo Answers, dove si possono porre dei quesiti e aspettare che siano gli altri utenti a darci la risposta migliore. Hunch però, lascia che sia l’algoritmo stesso a rispondere. E per arrivare alla soluzione raccoglie prima alcune informazioni sui dubbiosi; mediamente, la risposta si avvicina ai desideri di chi la pone. Anzi, è più precisa e consona se le domande personali cui si risponde sono molte.