domenica 10 maggio 2009

Tiscali cede attività inglesi a Carphone

La società di telecomunicazioni sardo incassa 285 milioni di euro

Tiscali ha ceduto le attività inglesi a Carphone per 255,5 milioni di sterline, circa 285 milioni di euro. Il prezzo complessivo della cessione delle azioni di Tiscali UK comprende, spiega una nota del gruppo sardo, 20 milioni di sterline per l’assunzione di taluni debiti finanziari.

L’operazione (il cui perfezionamento è soggetto alle approvazioni regolamentari e alla finalizzazione degli accordi di ristrutturazione del debito del gruppo) prevede un accordo transattivo con Vnil, Video Network International (socio di minoranza e creditore di Tiscali UK), in base al quale è previsto il riacquisto della quota di minoranza e lo stralcio parziale del debito ad essa dovuto. Advisor per Tiscali sono stati Rothschild e Borghesi Colombo e Associati. «La cessione di Tiscali UK al gruppo Carphone Warehouse e la ristrutturazione della posizione finanziaria del gruppo riflettono la volontà di concentrarsi sul rilancio delle attività italiane con un’adeguata struttura patrimoniale» commenta Mario Rosso, presidente e amministratore Delegato di Tiscali.

Al 31 dicembre 2008, Tiscali UK (che ha sul mercato inglese broadband una quota di circa il 10%) registrava circa 1,7 milioni di abbonati Adsl. Nel 2008, i ricavi e il margine operativo lordo, al netto degli appostamenti sono stati rispettivamente pari a circa 535 milioni di sterline e circa 67 milioni di sterline. Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali, ha inoltre deciso un aumento di capitale per un importo complessivo fino a un massimo di 210 milioni approvando le linee guida del piano di ristrutturazione del debito del Gruppo, in coerenza con i fabbisogni finanziari e patrimoniali del piano industriale di Tiscali Italia, che gli istituti di credito si sono resi disponibili a supportare. L’obiettivo del piano di ristrutturazione sarà la riduzione, il riscadenziamento e la revisione delle condizioni del debito, anche mediante l’utilizzo dei proventi della cessione di UK, nonchè il rafforzamento delle dotazioni patrimoniali del Gruppo, da realizzarsi attraverso un aumento di capitale in opzione per un importo complessivo fino ad un massimo di 210 milioni, che sarà interamente garantito.

È inoltre previsto che siano assunti dall’azionista Renato Soru impegni di voto in relazione alle delibere di aumento di capitale sociale in opzione e impegni di sottoscrizione, in via diretta o indiretta, di parte del predetto aumento di capitale sociale. Il piano di ristrutturazione del debito sarà presentato al mercato a breve, non appena tutti gli elementi dello stesso saranno stati definiti. Al 31 dicembre 2008, Tiscali ha registrato in Italia e UK un totale di circa 2,9 milioni di utenti attivi. Di questi circa 2,3 milioni sono abbonati ADSL.