martedì 12 maggio 2009

Surface, un passo nel futuro

Si fa tutto le mani, basta mouse e tastiere. «Le interfacce saranno basate sull'interazione naturale: tocco e voce"



MILANO - L'effetto Minority Report è innegabile. Passare la mano sul tavolo-pc Surface e ruotare il globo terrestre cercando un punto sulla mappa. O suonare a quattro mani un pianoforte virtuale. O ancora sparpagliare sullo schermo le foto dell'ultima vacanza (guarda il video della prova di Microsoft Surface). Benché il "touch" - dopo un anno di iPhone - sia diventato per molti cosa banale, Surface impressiona ancora e strappa un sorriso bambinesco di compiacimento.