lunedì 11 maggio 2009

Il "pinguino" cresce grazie ai netbook

Linux è terzo nel mercato mondiale dei sistemi operativi più usati

Secondo i dati rilevati dalla società di misurazioni Net Applications, che li ha pubblicati sul suo portale MarketShare, ad aprile Linux ha superato per la prima volta la quota dell’1% nel mercato mondiale dei sistemi operativi "client", per personal computer, console e smartphone.

Il sistema operativo open source si è attestato all’1,02%, piazzandosi al terzo posto tra quelli più usati. A far crescere il «pinguino» è stato il successo dei netbook. I piccoli computer portatili low-cost, infatti, fanno spesso affidamento su distribuzioni Linux, meno costose dei software proprietari e con esigenze più contenute in fatto di dotazione hardware.

In testa alla classifica c’è ovviamente Windows, con l’87,9% del mercato. Tra le versioni di Microsoft la più diffusa rimane XP, (62,21%), seguita da Vista (23,9%) e Windows 2000 (poco sopra l’1%). Il nuovo Windows 7, la cui uscita era attesa a fine aprile ed è stata posticipata a domani, sarà rilasciato a tutti gli utenti in versione Release Candidate, è già allo 0,24%. Windows Mobile, la versione per smartphone del sistema, è invece al nono posto con lo 0,05% del mercato.

In casa Apple, il sistema operativo Mac per computer mantiene la seconda posizione con una market share del 9,73%. L’OS dell’iPhone è quarto (0,55%), seguito da quello dell’iPod Touch (0,15%).

Fuori dalla top five Java ME (0,07%), Android (0,07%) e Symbian (0,06%). Tra le console, infine, il sistema operativo della PlayStation di Sony ha lo 0,02% del mercato, mentre quello della Nintendo Wii ha lo 0,01%.