giovedì 23 aprile 2009

Consumi diamo i numeri

Principali consumi energetici domestici
30% per frigorifero e congelatore
25% per piccoli elettrodomestici
13% per la lavastoviglie
16% per lavatrice e asciugatrice
12% per cucinare
4% per l’illuminazione


il consumo degli apparecchi domestici possono costare in media 250 € l'anno

dispositivi spenti ma collegati alla rete elettrica mediamente contribuiscono
al 40% del consumo totale dei dispositivi domestici

Standby serve solo a soddisfare le nostre esigenze di comodità (e la nostra pigrizia).
Chi ha più voglia di alzarsi dal divano per accendere o spegnere la TV, quando può ottenere il medesimo risultato semplicemente premendo un tasto del telecomando?
Per le stesse ragioni ci siamo abituati a lasciare in standby il fax o la segreteria telefonica.
Questa piccola comodità ha però il suo prezzo, soprattutto quando gli apparecchi a rimanere operativi notte e giorno sono diversi.

Consumo energetico di alcuni apparecchi in modalità standby

Apparecchio potenza erogata
in standby
watt
Consumo
annuo
(kWh)
Costo
annuo
(euro)
Televisore nuovo 1 6,55 1,13
Televisore vecchio 10 65,52 11,26
Forno a microonde vecchio 2 16,74 2,88
Videoregistratore 6 45,86 7,88
Decoder 1 6,55 1,13
Stereo 20 131,04 22,53
Radio 2 13,1 2,25
Computer 5 32,76 5,63
Schermo 5 32,76 5,63
Carica-batterie del cellulare 1 8,01 1,38
Telefono cordless 3 22,93 3,94
Segreteria telefonica 3 24,02 4,13
Fax 1 8,01 1,38

(Costi calcolati in base a un prezzo dell’energia di 0,1719 Euro/chilowattora)

Sommando i dati della tabella si scopre che ogni famiglia spende in media 80 euro all’anno per la funzione standby

calore generato dai dispositivi in standby o da sistemi poco attenti ai consumi hanno impatto notevole sul costo del condizionamento estivo

televisori al plasma assorbono il doppio di energia mostrando una schermata bianca rispetto una nera

televisori Lcd mostrando il bianco rispetto al nero consumano il 5% in meno

telefoni cordless con batterie obsolete essendo sempre in carica consumano in un anno 40 Kwh

Sony PS3 in modalità idle consuma in un anno quanto 5 frigoriferi di classe en ergetica A

lo studio dettagliato sui consumi delle console



Nella stragrande maggioranza dei casi la motherboard finge solamente di essere spenta, ma mantiene attivi alcuni circuiti. Senza contare infine l’eventualità, non presa in considerazione in questa sede, della presenza di periferiche USB “poco intelligenti” sempre collegate al PC, che continuano imperterrite a esigere un approvvigionamento energetico nonostante il computer sia spento






Collegare tutte le spine, e solitamente sono tante, di PC, Monitor e periferiche ad un’unica ciabatta con interruttore, questo sicuramente ci permetterà di spegnere realmente tutto il sistema con un solo interruttore.

Il notebook usatelo il più possibile in ambito domestico, generalmente ha consumi inferiori ai 100wh, molto minori anche rispetto a un pc datato.

non usate il vostro pc piu potente per le lunghe sessioni di download di emule e altri P2P, consumerete inutilmente molta più energia (non serve).

Alimentatore notebook dimenticato collegato alla rete elettrica da 1 a 3 watt

Ogni ricerca effettuata su Google produce 7 grammi di anidride carbonica