lunedì 16 marzo 2009

Pirateria, un terzo dei francesi collegati a Internet scarica contenuti illegali

Comincia questa settimana il dibattito all'Assemblea nazionale sul progetto di legge che vuole limitare la pirateria sul Web in Francia. Il testo, che prevede di tagliare l'abbonamento a Internet all'utente colto con le mani nel sacco e che abbia già ricevuto due avvertimenti, potrebbe essere approvato definitivamente nel corso di questo mese.

Leonardo Martinelli

Intanto un sondaggio indica che un terzo dei francesi collegati alla rete già scarica illegalmente contenuti di ogni tipo.
L'inchiesta è stata realizzata da Tns Sofres-Logica. Il 29% degli internauti francesi intervistati ha ammesso di aver scaricato senza autorizzazione musica, film, telefilm o videogiochi.
A questi si aggiunge l'8% che non ha proceduto al downloading, ma ha utilizzato contenuti piratati. Il problema riguarda complessivamente i due terzi degli intervistati nella fascia d'età 15-24 anni.
Il progetto di legge, presentato dal ministro della Cultura Christine Albanel, è già stato approvato in prima lettura dalle due camere. Ora, però, all'Assemblea nazionale i deputati socialisti promettono un voto contrario, ritenendo le sanzioni previste eccessive.
L'Albanel prevede la creazione di un'Alta autorità competente in merito che invierebbe 10mila mail al giorno di avvertimento a chi scarica illegalmente da Internet. Dopo la seconda "messa in guardia" si procederebbe al blocco dell'abbonamento.
I provvedimenti di questo tipo potrebbero essere un migliaio al giorno.