mercoledì 18 marzo 2009

Microsoft: ecco la beta di Internet Explorer 8

Ci siamo. Dopo i primi vagiti della cosiddetta "Release to manufacturer" è arrivato anche il giorno della prima Beta pubblica di Internet Explorer 8, che Microsoft rilascerà dopodomani per il download gratuito (anche in italiano) in attesa di lanciarne la versione definitiva entro l'estate.



Gianni Rusconi

Il palcoscenico prescelto da Redmond per questa importante anticipazione sulle funzionalità del già tanto atteso nuovo browser Internet è il Mix09, evento che si terrà da domani a venerdì al Venecian Hotel di Las Vegas, teatro l'anno passato dei primi annunci ufficiali della società in merito a Ie 8. In Italia Microsoft ha scelto invece la cornice di un noto locale milanese per far saggiare alla stampa e ai partner le capacità della sua nuova creatura.

Cinque anni esatti dopo il debutto delle release 5.0, Explorer si appresta quindi a vivere una nuova pagina in un momento "problematico" della sua storia. Microsoft è infatti sotto pressione per due motivi.
Il primo riguarda le imposizioni della Commissione Europea inerenti la causa in corso per abuso di posizione dominante, imposizioni che hanno già costretto la società a rendere "disattivabile" Ie 8 da Windows 7 per dare agli utenti la possibilità di utilizzare un altro browser sul proprio pc. Il secondo fa riferimento alla concorrenza di Mozilla Firefox (soprattutto), Apple Safari e Google Chrome, che hanno abbassato la quota di mercato a livello mondiale di Explorer (dati di Net Applications aggiornati a gennaio 2009) al 67,6%, la più bassa dal 2005.

L'imperativo che circola a Redmond è quindi evidente: tornare a marcare le distanza con i concorrenti (negli ultimi 12 mesi Ie ha perso circa otto punti percentuali di market share) e (ri)conquistare la fiducia degli utenti. Per farlo Microsoft mette sul tavolo la convinzione che la nuova release del suo programma di navigazione è riccamente dotata di funzionalità avanzate – vedi i filtri per il cosiddetto "cross site scripting", blocchi di default per i siti Web ritenuti insicuri, strumenti per il completamento delle parole durante la digitazione, zoom per gli ingrandimenti delle pagine e molto altro – e il fatto che Ie 8 non abbia rivali per quanto riguarda la velocità. Stando infatti a un report interno diffuso dal gigante del software, la Release Candidate 1 del nuovo browser è più performante di Firefox 3.0.5 e di Chrome 1.0 nel completare il caricamento di 12 dei 25 principali siti Web classificati da comScore (fra cui google.com, facebook.com, amazon.com).

Detto che Chrome si è dimostrato il più veloce in nove casi e Firefox in quattro e che Safari e Opera non sono stati considerati dal test, va però detto che le versioni dei prodotti rivali oggetto di prova non erano le ultime disponibili per gli sviluppatori, lasciando quindi aperta la querelle su chi (fra i tre browser) sia effettivamente in grado di offrire maggiori capacità di rendering. La sensazione che prevale fra gli addetti ai lavori, in buona sostanza, è che le differenze tra i nuovi programmi di Microsoft, Google e Mozilla siano in realtà veramente molto poche. Con buona pace dei vari benchmark citati dalle varie parti. Certo è che rispetto al debutto di Internet Explorer 5.0, quello di Ie 8 si presenta un po' più difficile. E non solo per "colpa" dell'Antitrust.