domenica 4 gennaio 2009

Grande successo di AdSense

Per arrotondare lo stipendio con Google

Mentre la pubblicità (sulla stampa, in tv o sui cartelloni) vive un momento difficilissimo a causa della crisi economica, su internet gli annunci sono in costante crescita ad ogni livello. A testimonianza del fatto che il futuro della pubblicità pare proprio essere la rete, c’è il successo (in Italia già oltre 10mila iscritti, mentre all’estero sono circa un milione) di “AdSense” (da “Ad”, iniziale della parola inglese “advertising”, che in italiano significa proprio “pubblicità”).

Ma cos’è “AdSense”? E’ un servizio, offerto da Google (tutte le informazioni specifiche, oltre alla possibilità diretta di “entrare nel giro”, si trovano sul sito ufficiale in italiano) ai suoi milioni di utenti (in particolare a quelli che hanno in rete un proprio sito, di qualsiasi tipo), che offre loro la possibilità di guadagnare attraverso la vendita di spazi pubblicitari.

Ma chi sono gli sponsor di turno? E soprattutto, quanto si riesce a ricavare grazie ad AdSense? I finanziatori sono i clienti stessi di Google, ai quali viene data l’occasione di farsi pubblicità in quei siti legati ai prodotti (o ai servizi) che essi, in varie forme, mettono in vendita. Per iscriversi bastano pochi minuti. La procedura è infatti davvero semplice, e le istruzioni sono disponibili anche in italiano.

Ma facciamo un esempio: l’utente A ha un proprio sito, fa niente se piccolo, sulla propria passione per il giardinaggio. Se A si iscrive ad AdSense, Google contatta, tra i suoi clienti, solo quelle aziende che si occupano, a vari livelli, di questa materia (il giardinaggio, appunto). Le aziende, quindi, pagano Google (che a sua volta pagherà il possessore del sito), per avere propri spazi pubblicitari sul sito stesso. Tanto più la pubblicità viene cliccata, tanto più l’utente A ci guadagna.

Ma, tornando alla seconda domanda, quanto si può ricavare in concreto? Questo dipende, naturalmente. Sempre che non si sia gli ideatori di siti visitati da migliaia di utenti al giorno (e in questo caso c’è chi riesce a vivere solo di questo, grazie alla pubblicità), al massimo si può arrotondare lo stipendio. E in questo momento difficile per tutti, anche poche centinaia di euro al mese fanno comodo…

Ma AdSense, oltre a pubblicare annunci (di testo e illustrati) pertinenti, specificamente mirati al contenuto del sito di turno, permette pure, aggiungendo un campo di ricerca Google, di pubblicare annunci di testo pertinenti alle pagine dei risultati di ricerca Google generati dalla ricerca fatta dagli utenti. In poche parole, aumentano in questo modo i clienti che sfruttano il sito per farsi pubblicità, e quindi crescono inevitabilmente i guadagni del suo possessore.

Internet, per chi non lo avesse ancora capito, se “usata” bene, può riservare piacevoli sorprese al proprio portafoglio.

Tutto nella massima legalità…