venerdì 30 gennaio 2009

Apple ottiene il brevetto della tecnologia multi-touch

L'US Patent Office attribuisce ad Apple il brevetto per la tecnologia multi-touch alla base di iPhone e iPod touch, due dispositivi che hanno ispirato una corposa serie di imitatori più o meno riusciti. Il primo passo per la difesa legale di iPhone/touch è compiuto: il prossimo sarà l'azione legale contro Palm?

L'US Patent Office ha riconosciuto ad Apple il brevetto per la tecnologia multi-touch: il documento di ben 358 pagine che descrive interfaccia, tecnologie e funzionamento è stato presentato per la registrazione il primo aprile del 2008 e registrato come brevetto una settimana fa.

La notizia apparsa sul sito Web World of Apple sta facendo il giro del Web: l'attribuzione a Cupertino del brevetto per la tecnologia multi-touch rappresenta una carta fondamentale per difendere iPhone in tribunale contro altri costruttori che hanno realizzato smartphone più o meno ispirati a quello di Apple. Impossibile non rammentare le parole di Tim Cook pronunciate in occasione della presentazione dei risultati dell'ultimo trimestre: Macitynet ha trattato la notizia in questo articolo. Se le parole di Tim Cook indicano i preparativi di un attacco legale di Apple contro Palm, la registrazione in tribunale del brevetto multi-touch rappresenta senza dubbio il primo passo indispensabile per intraprendere l'azione.

Il brevetto-monstre di 358 pagine depositato da Apple è intitolato: dispositivo con schermo sensibile al tocco, e interfaccia grafica utente per determinare i comandi tramite euristica. Nell'elenco dei brevetti che descrivono tecnologie connesse al multi-touch vengono citati documenti che partono addirittura dal settembre del 2006 e molti altri che risalgono al 2007, forse ancora in attesa della registrazione.

Nell'elenco degli inventori Steve Jobs è il primo indicato seguito da Scott Forstall e da tutti gli altri membri del team iPhone di Cupertino. Il documento può essere consultato a partire da questo pagina del US Patent Office, mentre i numerosi schermi e diagrammi di funzionamento sono disponibili a partire da qui.