venerdì 24 ottobre 2008

Ecco il G1

In commercio negli Usa la prima credibile alternativa all'iPhone di Apple.
Si chiama G1 ed è il frutto degli sforzi congiunti di Google e della compagnia telefonica T-Mobile.
Ha più o meno le stesse dimensioni dell’iPhone, ma è leggermente più voluminoso, ed è disponibile in nero o in color bronzo, dotato del sistema operativo Android, sviluppato da Google, si avvicina molto l’interfaccia dell’apparecchio a quella di un personal computer.
Non potevano mancare naturalmente integrate le molte funzioni targate Google, YouTube e l’applicazione Google Maps con Street View. A differenza del telefono di Apple però, Street View consente anche di vedere le immagini della strada in cui ci si trova e si possono anche seguire i movimenti dell’utente.
Per la trasmissione dati 3G che garantisce così una connessione veloce con cui scaricare programmi da sviluppatori terzi, al momento gratuite, ma in futuro quasi certamente a pagamento.
Chiunque potrà contribuire allo sviluppo di Android» annuncia sul sito Open Source Project dove è pubblicato interamente il suo codice del programmatore Dave Bort, uno tra i "padri" del nuovo telefonino .
Nella confezione una scheda da 1 solo gigabyte ma è già possibile aumentare la capacità comprando a parte schede con maggior spazio fino ad un massimo di 16 gigabyte.
Touch-screen ma anche con tastiera fisica, lo smartphone si avvale della prima versione del sistema operativo open source Android.
Costa solo 179 dollari.