mercoledì 7 maggio 2008

Windows XP: arrivato SP3, verso un prolungamento della sua vita a scapito di Vista ?

Il tanto atteso Service Pack 3 per Windows XP è finalmente arrivato e dalla scorsa settimana può essere scaricato manualmente dal portale download.windowsupdate.com di Microsoft in dodici lingue differenti, tra le quali, però non figura ancora l'italiano.

Secondo la compagnia di Redmond, il Service Pack 3 sarà l'ultimo pacchetto di aggiornamenti per XP. Al suo interno sono aggregate tutte le patch rilasciate in questi ultimi anni da BigG e le sue dimensioni superano di poco i 315 megabyte. Il terzo Service Pack arriva a tre anni e mezzo di distanza dal precedente ed il suo ritardo è stato in gran parte determinato dai problemi che Microsoft ha dovuto affrontare con il lancio del suo successore, Windows Vista.
Il pacchetto di aggiornamenti non include nessuna nuova funzionalità per gli utenti consumer e non modifica la loro esperienza interattiva con il sistema operativo. I cambi apportati sono stati invece specificamente progettati pensando più alle necessità delle aziende e degli amministratori IT che si trovano quotidianamente a dover gestire un ecosistema di macchine Windows.
Come già detto, l'intero pacchetto è attualmente accessibile solo attraverso il download manuale. Gli utenti che desiderano un'esperienza meno diretta dovranno attendere fino al 10 giugno, giorno in cui Microsoft pianifica di renderlo disponibile in modo automatico dal portale Windows Update e dallo strumento del sistema operativo Aggiornamenti Automatici.
Il lancio del Service Pack 3 coincide tra l'altro con il moltiplicarsi di iniziative volte a prolungare il pensionamento di Windows XP che, come noto, a Redmond hanno intenzione di rivendere solo fino al prossimo giugno.
Dopo la petizione popolare lanciata da Infoworld, ci si mettono anche due fra le aziende produttrici di PC più importanti, HP e Dell. Entrambi hanno dichiarato di stare pensando a soluzioni alternative per garantire a tutti coloro che lo desiderano, di continuare ad utilizzare XP anche sui nuovi hardware. Un segnale di apertura è stato in ogni modo lanciato da Steve Ballmer. L'amministratore delegato,
durante la recente visita in Europa, ha fatto sapere che Microsoft potrebbe tornare sui suoi passi se i clienti manifesteranno apertamente il loro interesse a prolungare la vita di XP.
Ballmer ha comunque affermato di reputare Vista un sistema operativo superiore. La compagnia di Redmond non è però esente da critiche in merito a come starebbe gestendo i sistemi operativi desktop. Secondo i ricercatori Gartner, Windows così come lo si conosce, starebbe per collassare. Stando agli esperti in forze presso la società, i tentativi operati da Microsoft negli ultimi anni per cercare di adattare il suo sistema alle tendenze di mercato odierne, si sono quasi tutti risolti con un fallimento. Di parere contrario, invece, il colosso software, secondo cui i numeri relativi a crescita e fatturato del settore desktop mostrano una realtà completamente diversa.

Microsoft Releases Windows XP Service Pack 3 to the Public