mercoledì 2 aprile 2008

Prova su strada del Service Pack di Vista: 300 patch che offrono diversi vantaggi all'utente

Come noto, poco più di due settimane fa, Microsoft ha rilasciato al pubblico il primo Service Pack di Windows Vista, che è ottenibile sia attraverso il servizio d'aggiornamenti automatici del sistema operativo (Windows Update) che mediante la relativa interfaccia Web-based del Download Center.
La prova su strada del rilascio da parte degli utenti indica che le numerose patch (in tutto trecento) offrono una serie di miglioramenti che riguardano vari aspetti tra i quali vanno citati compatibilità, robustezza e performance.
A tenere banco in queste ultime settimane è stato soprattutto il primo aspetto, ma anche gli altri sono emersi come importanti.
Il completamento del Service Pack 1 da parte di Microsoft era stato annunciato agli inizi dello scorso Febbraio, assieme alla notizia che il suo rilascio sarebbe avvenuto a metà Marzo. Lo sfasamento di tempo con l'annuncio è stato giustificato proprio con la necessità di garantire la compatibilità con alcuni dispositivi hardware, i cui driver sembravano entrare in conflitto con le modifiche apportate dal pacchetto di aggiornamenti. La bassa entità del problema è stata in ogni modo confermata dal fatto che il numero di driver coinvolti era decisamente esiguo.
La software house di Redmond ha in ogni modo ugualmente tenuto a precisare di non aver sottovalutato l'intera questione, lavorando a stretto contatto con i suoi partner hardware per risolvere nel più veloce tempo possibile ogni eventuale inconveniente.
Per assicurare la stabilità dei sistemi dei propri clienti, Microsoft ha modificato il suo servizio Windows Update in modo che i PC che utilizzavano le componenti affette dal problema, ricevessero prima le versioni più aggiornate dei driver e solo dopo l'intero pacchetto di patch contenute all'interno del Service Pack 1.
Microsoft afferma che l'installazione del Service Pack 1 permetterà di incrementare le prestazioni del suo sistema operativo in alcuni casi anche del 50% rispetto a XP ed alla versione iniziale (RTM) di Vista.
Altri miglioramenti riguardano le performance migliorate di Internet Explorer (quando utilizzato per visualizzare video in streaming), la prevenzione della perdita dei dati nel caso di dispostivi USB e la maggiore rapidità d'interazione con i computer connessi attraverso canali VPN.
La prima raccolta di fix per Windows Vista è attualmente disponibile per tutti gli utenti che dispongono di una versione in lingua inglese, francese, spagnola, tedesca e giapponese.
Il Service Pack 1 verrà inoltre distribuito in altre 31 lingue (tra le quali l'italiano) a partire dalla metà di questo mese. A breve tutti i nuovi PC basati su Windows Vista saranno venduti con il Service Pack 1 installato di default.
Per quanto riguarda i prossimi Service Pack, ora si attende il turno del SP3 di Windows XP. Per il rilascio, Microsoft lo colloca indicativamente entro la prima metà del 2008, ma una data precisa ufficiale non è mai stata fornita.


L'originale su Windows IT Pro