martedì 29 aprile 2008

Ballmer: Windows XP avrà vita più lunga del previsto

I fan di Windows XP hanno un buon motivo per sperare che il sistema operativo del colosso software Microsoft, che dovrebbe essere ritirato dai mercati entro il 30 giugno (anche se era già affiorata l'idea di toglierlo definitivamente dalla circolazione solo dopo l'arrivo di Windows 7, nel 2010), avrà vita più lunga. Steve Ballmer, numero uno del gigante di Redmond, ha confermato infatti che la società potrebbe riconsiderare la sua decisione di ritirare dai mercati Windows XP.

Ballmer ha comunque voluto puntualizzare che i consumatori acquistano i computer che offrono il nuovo sistema operativo Vista, successore di Windows XP. «Questa è una verità statistica - ha detto l'amministratore delegato di Microsoft, rispondendo ai giornalisti dopo una conferenza stampa che si è svolta a Louvain-La-Neuve University, in Belgio - Se la reazione dei clienti cambierà, potremo sempre ripensare a una soluzione più intelligente».

Si tratta comunque di un'ottima notizia per chi continua a preferire il sistema operativo Windows XP, vecchio di sei anni, al nuovo Vista lanciato lo scorso gennaio, che in realtà ha ricevuto una accoglienza piuttosto tiepida. Ballmer ha precisato che si tratta di clienti che lavorano nelle divisioni di information technology delle aziende, e che continuano a incontrare difficoltà nell'adattare i vecchi computer alle nuove tecnologie. Sono almeno 160 mila, inoltre, i clienti che hanno apposto online la loro firma alla petizione "Save XP", e che chiedono a Microsoft di continuare a vendere il sistema operativo Windows XP almeno fino alla sua prossima versione, che dovrebbe uscire sui mercati per il 2010.

Petizione on line per mantenere il vecchio Xp in servizio attivo

Letto su IlSole24ORE.com