mercoledì 19 marzo 2008

Nuovi dettagli sul browser IE8. Disponibile in download la versione beta

Sull'atteso lancio di Internet Explorer 8 si è approfonditamente discusso al MIX Conference 2008 tenutosi recentemente a Las Vegas.
All'evento, Microsoft ha annunciato la disponibilità della prima beta pubblica del nuovo major release del suo browser, con download dal suo sito Internet. Questa potrà essere molto utile per gli sviluppatori per controllare eventuali problemi di compatibilità.
L'installazione si sostituisce alla versione di IE ora presente nel sistema e può essere applicata sulle versioni a 32 ed a 64 bit di Windows XP, Windows Vista, Windows Server 2003 e Windows Server 2008.
A parte le novità relative al motore di rendering che sarà attivo di default, la beta include tra gli altri miglioramenti, oltre quello delle prestazioni rispetto alle edizioni precedenti del prodotto, anche la piena compatibilità con lo standard CSS 2.1 (Cascading Style Sheets) per i fogli di stile a cascata, l'inizio del supporto di HTML 5 (la nuova versione dello standard per la creazione di siti web che è stata rilasciata come prima bozza pubblica lo scorso 22 Gennaio) e l'integrazione di strumenti di debugging nativi per gli sviluppatori.
La nuova versione non è stata, però gradita dai concorrenti che hanno citato Microsoft presso l'antitrust europeo. Nonostante quello che sembrava in un primo momento, la recente decisione presa da Microsoft di attivare di default su Internet Explorer 8 il motore di rendering pienamente conforme con gli standard Web, ovvero quella componente che si occupa di presentare il layout di un sito web, non risponderebbe pienamente a tutte le richieste formalizzate in passato presso la Commissione Antitrust dell'Unione Europea dal produttore del browser rivale Opera.
E' quanto ha dichiarato nei giorni scorsi Hakon Wium Lie, responsabile tecnico di quest'ultima società che promette ancora una volta un'accesa battaglia.
Anche se il browser ha brillantemente superato la prova degli standard denominata Acid2, Opera chiede all'antitrust europeo di indagare più approfonditamente su alcuni specifici aspetti.
Fra le richieste avanzate nei confronti di BigM, ad esempio, quella di documentare come Internet Explorer 8 supporta effettivamente gli standard Web e in quale modo ha superato i test del benchmark sopra citato.
L'accanimento di Opera nei confronti del browser di Microsoft affonda le sue radici in anni di lotte combattute prima sul territorio statunitense ed ora spostatesi su quello europeo.
Secondo la rivale norvegese, l'integrazione nativa del browser all'interno del sistema operativo Windows è illegale, al contrario di quanto sostenuto invece dai responsabili di Redmond.
Non crediamo che ci sia al momento alcun requisito legale da soddisfare che implichi quale motore di rendering debba utilizzare un browser” – ha risposto Brad Smith, consulente legale del colosso software - “la questione quindi chiaramente non si pone”.

Download Internet Explorer 8 Beta 1

Ne abbiamo già parlato in
Versione “radicale” per il nuovo Internet Explorer 8 con migliorie per la sicurezza