sabato 28 luglio 2007

Un test per riconoscere il phishing


Un'idea di McAfee: un quiz di otto domande per capire quanto sapete dei trucchi usati da chi vuole truffarvi.
Apparentemente sono simili: logo, linguaggio disinvolto ma formale, grafica seria. Eppure uno dei due siti è un impostore. Sapete riconoscerlo? Oppure: vi arriva una e-mail con una scritta sospetta. Qual è la parola o il codice che deve allarmarvi? O ancora: cos’è un certificato SSL? Sono solo alcuni esempi delle domande architettate da McAfee per aiutare a capire e identificare il phishing, valutando innanzitutto il grado di preparazione dell’utente a questo proposito. Phishing vuol dire abboccamento (in realtà è un’evoluzione etimologica dell’inglese fishing, pescare) ed è un termine tristemente noto in rete a causa della ricorrenza di siti cloni che, traendo in inganno gli utenti più ingenui, convincono i visitatori a trasmettere il proprio username e la propria password. A quel punto il gioco è fatto: i finti siti possono rubare le informazioni finanziarie e l’identità.


IL TEST –
Il segreto dunque è riconoscere al volo il vero sito di MySpace o della Bank of America, il sito di PayPal o di eBay. McAfee, azienda leader nella sicurezza informatica, questa volta ha ideato un test che, attraverso il gioco, conduce l’utente a riconoscere e annusare al volo tutte le insidie del cyberspazio. La logica del quiz è quella di individuare prontamente l’originale tra due siti doppione, uno «cattivo» e l’altro «buono», e successivamente di insegnare all’internauta le regole base per distinguere i siti affidabili da quelli che non lo sono.
PHISHING – Questo tipo di attacchi informatici intanto cresce, sia qualitativamente che quantitativamente. E’ sempre più frequente infatti l’inganno informatico e l’industria del phishing è sempre più raffinata nel fornire strumenti adeguati ad adescare i meno esperti. In Italia il sito più bersagliato è quello delle Poste Italiane. E intanto il fenomeno è diventato talmente serio da prevedere le manette per chi si macchia di questa colpa.
IL TEST – Questa è la versione italiana , ricostruita apposta per i lettori del Corriere.it. Non si tratta di una vera versione interattiva, ma di una traduzione delle schermate proposte dal test, in modo da aiutare a orientarsi in caso di difficoltà con l'inglese con il linguaggio un po' tecnico.

Emanuela Di Pasqua