martedì 3 luglio 2007

Guaio tecnico rallenta il debutto di iPhone

Non è stato un debutto felicissimo quello dell'iPhone che sabato ha fatto il suo esordio ufficiale sul mercato americano. Stando infatti a quanto scrive il «Wall Street Journal», un'anomalia nei sistema di vendita computerizzati in alcuni negozi dell'At&t ha rallentato le vendite del nuovo prodotto.
At&t, su cui già da giorni alcuni osservatori avevano espresso perplessitá circa l'affidabilitá delle rete, ha specificato che i problemi riscontrati non hanno nulla a che fare con il suo network. Il problema poi, conclude il Wsj, sarebbe stato poi risolto. sabato sera, centinaia di fan della Apple si sono ammassati davanti ai punti vendita del gruppo e davanti a quelli dell'At&t (che ha l'esclusiva con la Apple) per accaparrarsi il prodotto che promette di essere un oggetto «cult».
In Europa l'iPhone dovrebbe arrivare invece solo nel quarto trimestre dell'anno. Eppure il nuovo prodotto di Apple potrebbe essere più vicino al mercato europeo di quanto si pensasse. Una versione 3G di iPhone potrebbe essere presentata a breve Gran Bretagna, in collaborazione con Vodafone, T-Mobile Germania e Carphone Warehouse, uno dei principali rivenditori britannici di telefonini. Secondo alcune voci sui siti specializzati d'Oltremanica, la versione per il Regno Unito dovrebbe avere anche qualcosa in più, ovvero utilizzare il protocollo 3G, più veloce, anziché quello Edge usato dalla versione che sarà in vendita oggi negli Stati Uniti. Inoltre, secondo indiscrezioni potrebbe costare meno dei minimo di 499 dollari che pagheranno i clienti americani. La data in cui il prodotto sarà sul mercato è al momento sconosciuta, ma il numero uno di Apple Steve Jobs aveva ipotizzato la fine di ottobre.