martedì 19 giugno 2007

Attacco virus, infettati migliaia di siti turistici



L'allarme lanciato dall'azienda giapponese Trend Micro.
MILANO - Si naviga su Internet per organizzare le proprie vacanze e si rimane infettati. L'allarme è stato lanciato dall'azienda giapponese Trend Micro, secondo la quale oltre 4.500 siti italiani di viaggi sono stati contagiati da un virus che ruba dati riservati agli utenti. Un attacco iniziato sabato scorso. In pratica, gli aggressori sono riusciti a violare la sicurezza di questi siti riuscendo a dirottare i visitatori verso altri indirizzi contenenti malware (programmi maligni). Lo scopo è quello di scovare dati personali utili ai criminali, come i numeri delle carte di credito. La maggior parte dei siti infettati sono turistici (sicuramente non si tratta di un caso, visto che per milioni di italiani è ormai arrivato il periodo delle vacanze). Ma ci sono anche siti di comuni italiani e siti legati all'industria automobilistica, al cinema e alla musica. C'è da dire però che il responsabile di uno dei siti citati dalla Trend Micro nella lista di quelli infettati, www.bestoftuscany.it, smentisce problemi tra i clienti.