lunedì 16 aprile 2007

Google comprerà per 3,1 miliardi di dollari DoubleClick



Google ha annunciato un accordo per l'acquisto per 3,1 miliardi di dollari la rete di pubblicità sul web DoubleClick. La società ha anche detto di non temere problemi con l'antitrust, dopo un'acquisizione che potrebbe darle il controllo del mercato online.
"Questo è un mercato molto molto competitivo in termini di numeri e scelte. Non vediamo problemi..." ha detto l'amministratore delegato di Google Eric Schmidt, rispondendo a giornalisti riuniti con gli analisti in una conferenza dopo l'annuncio sull'acquisizione.
L'amministratore delegato di DoubleClick David Rosenblatt ha affermato che l'accordo deve essere vagliato dall'autorità antitrust Usa ma si è detto ottimista circa la sua approvazione.

Temendo la creazione di una concentrazione di potere senza precedenti sul mercato della pubblicità online, le aziende rivali di Google chiederanno all'autorità che regola il settore di analizzare attentamente i termini dell'accordo da 2,2 milioni di euro con cui il primo motore di ricerca intende comprare DoubleClick.
Venerdì scorso, Google ha definitivamente battuto Microsoft e Yahoo nella sfida per comprare l'azienda di pubblicità online DoubleClick, diventando cosi la maggiore azienda pubblicitaria su Internet.
Microsoft, la più grande azienda di software del mondo, ha detto che l'acquisto permetterà a Google di dominare il mercato pubblicitario e di avere accesso a un'ingente quantità di informazioni sul comportamento degli utenti di Internet.
"Questa acquisizione presenta seri problemi per quanto riguarda la competitività e la privacy", ha detto in un comunicato diffuso via email Brad Smith, vicepresidente di Microsoft. "Per questo crediamo che questo accordo debba essere scrutinato attentamente dalle autorità di vigilanza affinché sia preservata la competitività del mercato della pubblicità online".
Il vice presidente di AT&T Jim Cicconi ha detto ieri che, se l'acquisizione di DoubleClick andasse in porto, Google sarebbe in grado di determinare il successo o il fallimento di un'azienda.
"Se Google diventa la forza dominante sul mercato della pubblicità online e ne diventa anche il broker si creerebbe una situazione evidente di posizione dominante", ha affermato Cicconi.
Gli analisti del settore dicono che l'accordo permetterebbe a Google di focalizzare la sua attenzione anche sulla possibilità di estendere il suo mercato pubblicitario in altri settori, come quello della carta stampata, della radio e della televisione.
Google ha detto ieri di aver siglato un accordo che gli consentirà di vendere una parte della pubblicità di uno dei maggiori gruppi radiofonici degli Stati Uniti chiamato Clear Channel Communications.
Poco dopo l'annuncio dell'accordo firmato venerdì per comprare DoubleClick, l'ad di Google Eric Schmidt ha detto durante una conferenza stampa che si aspettava che l'acquisizione avrebbe ottenuto l'approvazione dell'autorità regolatrice.